top of page
  • Immagine del redattorePasquale Buonpane

Sesidi: falene travestite da vespe.


 

Pyropteron chrysidiforme (Esper, [1782].

I sesidi (Sesiidae) sono una famiglia di falene specializzate nell'imitare altri insetti imenotteri armati di pungiglione. L'evoluzione ha portato queste innocue e inermi falene ad assumere l'aspetto e talvolta anche il comportamento di vespe e calabroni: si tratta del cosidetto mimetismo batesiano che si verifica quando una specie animale innocua sfrutta la sua somiglianza con una specie pericolosa, tossica o dal sapore sgradevole, assumendo i vivaci colori di avvertimento di quest'ultima (aposematici) per ingannare i predatori. I colori vistosi di avvertimento e le ali trasparenti rendono queste innocue falene indistinguibili dai temibili insetti aculeati. Persino il ronzio che i sesidi emettono quando sono in volo, insolito per delle falene, serve a rendere l'inganno più efficace. In questo modo nella mente dei predatori la specie batesiana viene associata a quella aposematica e quindi aumenta le proprie possibilità di sopravvivenza. Sul Matese risultano ad oggi segnalate solo due specie di sesidi: Sesia apiformis (Clerck, 1759) e Synanthedon formicaeformis (Esper, 1783). A queste vanno aggiunte le tre specie illustrate in questa breve nota, rinvenute durante le mie ricerche: Pyropteron chrysidiforme, P. affine e Synanthedon vespiformis.

Synanthedon vespiformis (Linnaeus, 1761).

Pyropteron affine (Staudinger, 1856).

142 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page